Banconote e deterrenza contro la falsificazione

In tutti i paesi vigono restrizioni giuridiche per quanto concerne la riproduzione dell’immagine delle banconote. La contraffazione di valuta costituisce reato, ma le restrizioni differiscono a seconda del paese. In alcuni è strettamente vietata qualsiasi riproduzione, anche per finalità artistiche o a scopo pubblicitario; in altri è invece consentito un uso limitato dell’immagine delle banconote, disciplinato da norme e requisiti specifici. Questo sito contiene informazioni riguardo alla riproduzione dell’immagine dei biglietti e collegamenti a siti nazionali che forniscono ulteriori indicazioni.

Il danno economico complessivo causato dalla contraffazione di valuta è in genere limitato per la società. Tuttavia, i cittadini e le imprese ne sono le principali vittime, poiché le banconote false non vengono rimborsate. Inoltre, il fenomeno può minare la fiducia nel sistema dei pagamenti, rendendo il pubblico riluttante ad accettare contante nelle transazioni.

Il Central Bank Counterfeit Deterrence Group (CBCDG) è responsabile di questo sito. Il CBCDG ha sviluppato il Counterfeit Deterrence System (CDS), teso a contrastare la falsificazione delle banconote mediante personal computer e dispositivi hardware e software per l’elaborazione di immagini digitali. Il CDS è stato adottato su base volontaria da diverse aziende nel settore dell’hardware e del software; il suo scopo è impedire a personal computer e dispositivi per l’elaborazione di immagini digitali di acquisire e riprodurre le immagini di banconote protette, ma non consente di risalire agli utilizzatori di questi strumenti.

Cliccando su una regione della carta geografica o selezionando dall’elenco una regione, un paese o una valuta, si possono ottenere informazioni su un determinato paese o sull’immagine della banconota che si intende utilizzare.

1.

Regioni:

Seleziona una regione dal menù a cascata oppure clicca sulla carta geografica.
 

Valuta:

Paese:

Lingua:

GBP – sterlina britannica Regno Unito inglese

Autorità responsabile:

Recapiti:

Collegamenti:

Bank of England

Reproductions Officer
Bank of England
Threadneedle Street
Londra EC2R 8AH
Regno Unito

E-mail: banknote.reproductions@
bankofengland.co.uk

Indirizzi della Bank of England

Banknote Image Library della Bank of England

Informazioni generali sulla riproduzione di banconote

Ai sensi della sezione 18, paragrafo 1, del Forgery and Counterfeiting Act del 1981, costituisce reato riprodurre una banconota o parte di una banconota della Bank of England senza il previo consenso scritto di quest’ultima, indipendentemente dal materiale e dalla scala utilizzati. Inoltre, la Bank of England è titolare del diritto d’autore sulle banconote che emette.

È vietato mostrare le riproduzioni in un contesto suscettibile di ledere la morale e il decoro ovvero in modi che, a insindacabile giudizio della Bank of England, siano tali da compromettere l’integrità della moneta.

Procedura

Chiunque desideri utilizzare l’immagine di banconote della Bank of England dispone di tre opzioni.

  1. Banknote Image Library: galleria contenente immagini approvate, alle quali si può attingere purché il loro trattamento sia conforme ai termini e alle condizioni vigenti in materia di riproduzione dell’immagine delle banconote; in caso di inottemperanza potranno essere adite le vie legali.
  2. Banknote Image Library della Bank of England

  3. Domanda di autorizzazione per la riproduzione dell’immagine delle banconote: per poter utilizzare qualsiasi altra immagine di banconote della Bank of England, i soggetti interessati devono presentare domanda online compilando e inoltrando l’apposito modulo, che illustra i termini e le condizioni applicabili alla riproduzione dell’immagine delle banconote.
  4. Modulo di domanda per la riproduzione dell’immagine di banconote

  5. La domanda può essere trasmessa anche per posta stampando e compilando il modulo scaricabile, che andrà quindi inviato all’indirizzo di seguito riportato. Il funzionario responsabile (Note Reproductions Officer) si adopererà per rispondere entro cinque giornate lavorative dalla ricezione della domanda.
  6. Modulo di domanda scaricabile

Recapito per la corrispondenza sulla riproduzione dell’immagine delle banconote:

Bank of England

Banknote Reproductions Officer - Notes Directorate

Threadneedle Street

Londra EC2R 8AH

Il Note Reproductions Officer della Bank of England può essere contattato all’indirizzo e-mail: banknote.reproductions@bankofengland.co.uk, oppure telefonicamente al numero: +44 (0)20 7601 4028.

Riproduzione su stampa

In caso di riproduzione delle immagini su supporto fisico, in genere l’autorizzazione è concessa se si soddisfano i seguenti criteri.

  1. Un solo lato può recare la riproduzione.
  2. Le dimensioni non possono coincidere con quelle delle banconote originali; devono essere inferiori o superiori almeno del 25%. Le stesse condizioni si applicano alle riproduzioni di parti di una banconota.
  3. È vietato mostrare le riproduzioni in un contesto suscettibile di ledere la morale e il decoro ovvero in modi che, a insindacabile giudizio della Bank of England, siano tali da compromettere l’integrità della moneta.
  4. L’effigie della regina non può essere distorta (ma può essere ingrandita, ridotta in scala e inquadrata obliquamente).
  5. Deve essere inoltre rispettata almeno una delle condizioni seguenti.

  1. La stampa deve essere effettuata su un supporto chiaramente diverso e distinguibile dal materiale impiegato per le banconote della Bank of England di una serie corrente.
  2. Qualora sia riprodotto oltre il 50% della superficie totale di un lato di una banconota, l’immagine deve recare la scritta “SPECIMEN” salvo il caso in cui il biglietto sia inquadrato obliquamente con un angolo superiore a 20°. La parola “SPECIMEN” deve essere stampata in grassetto, in caratteri grigi; deve attraversare il centro della banconota con un’angolazione di 45° e le sue dimensioni non possono essere inferiori a 1/3 della lunghezza e a 1/10 dell’altezza della banconota.
  3. Qualora sia riprodotta una superficie inferiore al 50% del totale di un lato di una banconota, l’inquadratura obliqua e la scritta “SPECIMEN” non sono richieste.

Riproduzione su mezzi elettronici

In caso di riproduzione digitale o su altro supporto, in genere l’autorizzazione è concessa se si soddisfano i seguenti criteri.

  1. È vietato mostrare le riproduzioni in un contesto suscettibile di ledere la morale e il decoro ovvero in modi che, a insindacabile giudizio della Bank of England, siano tali da compromettere l’integrità della moneta.
  2. L’effigie della regina non può essere distorta (ma può essere ingrandita, ridotta in scala e inquadrata obliquamente).

    Deve essere inoltre rispettata almeno una delle condizioni seguenti.

  1. Qualora sia riprodotto oltre il 50% della superficie totale di un lato di una banconota, l’immagine deve recare la scritta “SPECIMEN” salvo il caso in cui il biglietto sia inquadrato obliquamente con un angolo superiore a 20°. La parola “SPECIMEN” deve essere stampata in grassetto, in caratteri grigi; deve attraversare il centro della banconota con un’angolazione di 45° e le sue dimensioni non possono essere inferiori a 1/3 della lunghezza e a 1/10 dell’altezza della banconota.
  2. Qualora sia riprodotta una superficie inferiore al 50% del totale di un lato di una banconota, l’inquadratura obliqua e la scritta “SPECIMEN” non sono richieste.